Polispecialistico

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ostetrica Flavia Patruno

Ostetricia



FORMAZIONE    SPECIFICA   IN  RIABILITAZIONE PERINEALE.

Riabilitare è un termine che significa semplicemente restituire un’abilità, che si presume perduta, ma che si può riattivare. Riabilitare il perineo vuol dire, dunque, permettere alla donna di controllare quel “luogo di passaggio” intimamente legato all’essere femminile"
La riabilitazione perineale si avvale di una serie di tecniche mirate a ripristinare la funzionalità del pavimento pelvico.
Utile in  caso di prolasso, incontinenza, dispareunia e in tutti quei casi  in cui si manifestano problematiche perineali dovute a ipotonicità, o a contrattura della muscolatura perineale.
La capacità di riconoscere e attivare il proprio pavimento pelvico è fondamentale per  ogni donna .in ogni fase della vita


Incontinenza urinaria
Si definisce incontinenza urinaria ogni fuoriuscita involontaria di urina.
Come si manifesta.  
Può essere legata ad un aumento della pressione addominale, quindi sforzi fisici, sollevare pesi,  tosse… o a momenti di stress, o ad entrambe le cose. Si definisce quindi: da sforzo, ius, da urgenza, o mista.                                                            
In quali soggetti può manifestarsi.                                                                   

Si stima che in Italia ne soffrano 5 milioni di donne, più frequente pluripare, e donne oltre i 40 anni.
Ne soffrono però anche giovani, o perché hanno un lavoro fisicamente pesante, o perché usano molto la voce ( insegnanti) o sono  atlete, o in altri casi ancora.
Quali sono le cause.
Le cause sono spesso riconducibili ad una errata abitudine minzionale e ad una ipotonicità del pavimento pelvico.
L’uroginecologo farà diagnosi e indicherà le cause del problema, e dalle cause le soluzioni: farmacologica, riabilitativa e/o chirurgica.
Se la causa è riconducibile ad uno o ad entrambi i fattori sopramenzionati,  con la riabilitazione perineale è possibile ripristinare la funzionalità del pavimento pelvico e quindi risolvere l’incontinenza.

Perché la riabilitazione perineale
In che cosa consiste la r.p.
Le tecniche riabilitative sono rappresentate da chinesiterapia, biofeedback, stimolazione elettrica funzionale.
Chinesiterapia:Il terapista insegna esercizi di percezione e rafforzo muscolare che poi verranno eseguiti a casa, con costanza, dalla paziente.

L’importanza dell’impegno del paziente.
E’ richiesto al paziente un impegno domestico esiguo in termini di tempo,10 minuti tre volte al giorno, ma  è fondamentale la costanza.
Quali sono i tempi della r.p.
Richiede in media una serie di 10 sedute ( 5 nei casi più lievi)

Cadenza delle sedute.
Le prime 4 a cadenza settimanale, poi 3 sedute ogni 15 giorni, le successive due a distanza di tre settimane, e le ultime tre, a distanza di tre settimane.
Se c’è l’impegno costante a casa, il risultato di successo è del 80%.

DISPAREUNIA:
Dispareunia significa dolore ai rapporti sessuali .Le cause possono essere molteplici e la diagnosi è di pertinenza del medico specialista; spesso è presente una rigidità del tessuto muscolare del pavimento pelvico o ipertono e In questo causo è utile la riabilitazione perineale che con la chinesiterapia andrà ad agire sulla capacità del muscolo di rilassarsi.
Il percorso riabilitativo sarà personalizzato in base ad una serie di variabili individuali.


Curriculum
Si occupa oggi, dopo formazione specifica,di riabilitazione perineale.
Ha lavorato presso aziende ospedaliere, principalmente in sala parto e reparto, e in ambito  territoriale occupandosi di  assistenza alla gravidanza e al puerperio.
2005.2011 aovv Sondrio
2004-2005 asl Morbegno(SO)
1993-2004 Aovv Sondrio,
92-93 ussl 21 Morbegno(SO)
90-92 ussl 64 Monza
89-90 presso S.Gerardo Monza
87-89 presso Ospedale L. sacco (MI)
86-87 presso ussl 74 (MI)Diploma di Ostetrica presso Università Pavia 1985
Diploma Master in Coordinamento 2010



Torna ai contenuti | Torna al menu